Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Fiat Tipo: storia dell'auto

La Fiat Tipo, è stata presentata per la prima volta nel 1988; fu creata dalla casa torinese per sostituire la Fiat Ritmo, e fu prodotta per 7 anni fino al 1995... ma ripercorriamo la storia della Fiat Tipo, che è stata anche “Auto dell'anno 1989”...

La prima serie

Prima serie 1988/1993: il primo modello, fu presentato con 5 motorizzazioni diverse, 3 a benzina e 2 diesel; i motori a benzina disponili, erano il 1.1, il 1.4 ed il 1.6, mentre i motori diesel, erano il 1.7 ed il 1.9 Turbo, quest'ultima fu denominata T.ds. La Tipo 1.9 T.ds, inizialmente fu l'unica versione della gamma, che a richiesta poteva montare il paraurti anteriore con design sportivo, i fendinebbia ed il sistema ABS.

Nel 1989, si aggiunse alla gamma, una versione ad iniezione elettronica-multipoint, denominata 1.8 i.e., che grazie alle sue 4 valvole per cilindro e al doppio albero a camme in testa, poteva disporre di ben 136 CV di potenza; lo stesso motore, equipaggiò poi la sportiva Tipo i.e. 16v, e la Tipo T.ds X.

L'anno successivo, nel 1990, fu prodotta anche una versione a 8 valvole del motore 1.8 i.e. e del motore 2.0 i.e.

Nel 1990, furono aggiunte anche le versioni: Selecta (1.4/1.6 cc), Diesel DGT (1.9 cc), Granturismo (1.8/2.0 cc); inoltre fu anche aggiunta una versione con strumentazione analogica, ovvero la Tipo AGT.

“Duemilasedici” e "Sedici valvole", erano i nomi con cui veniva chiamata la Tipo 2.0 i.e. 16 v, che debuttò nel 1991, e che esteticamente si differenziava dagli altri modelli, dal volante più sportivo e dai cerchi in lega. Nello stesso anno, la Fiat decise di aggiungere ulteriori versioni, che furono la S, la SX e la GT.

La seconda serie

Seconda serie 1993/1995: nel 1993, la Fiat avviò la produzione della seconda serie, che fu completamente aggiornata dal punto di vista motoristico, per via anche della normativa “Euro 1” antinquinamento.

Altre importanti modifiche, furono apportate agli interni, con un nuovo design della plancia e con i pannelli delle porte completamente cambiati, mentre esteriormente furono cambiati i fari, più arrotondati, e la calandra, con l'aggiunta di una presa d'aria.

Miglioramenti, furono apportati anche dal punto di vista della sicurezza; adottando barre anti intrusione più solide nelle porte, rinforzando la “cellula” dell'abitacolo, aggiungendo “schiumatura antiurto” nella plancia, e aggiungendo anche airbag e ABS.

Un altro importante cambiamento della “seconda serie”, fu l'inserimento della versione a 3 porte, che aveva una linea un po' più sportiva, e che inoltre, aveva in più gli alza-cristalli elettrici.

Fiat Tipo
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Su